FUSIONE a CONTENIMENTO MAGNETICO

Gli scettici ne parlano come l’Araba Fenice dell’energia…

La fusione in laboratorio di isotopi pesanti dell’idrogeno fu realizzata per la prima volta da Mark Oliphant nel 1932, mentre lo studio  della fusione nucleare nelle stelle fu merito di uno dei giganti della fisica moderna: Hans Bethe.

Le ricerche sulla fusione termonucleare controllata per scopi civili cominciarono  negli anni 50, e … non sono mai terminate. Attualmente (2015) è stata raggiunta una delle milestone principali (il cosiddetto break-even), ma la realizzazione di un prototipo operativo funzionante è ancora molto lontana.

La filiera tecnologica principale è stata quella del confinamento magnetico, nella quale un plasma, riscaldato ad esempio con radiofrequenze, viene confinato mediante campi magnetici. L’idea era brillante, sfortunatamente non si è ancora riusciti ad ottenere dei valori di temperatura e pressione sufficienti per innescare una reazione di fusione. Molti paesi hanno investito pesantemente in questo progetto, fino a quando si sono “coalizzate” per realizzare congiuntamente un reattore dimostrativo: l’ITER

L’obiettivo di ITER è ancora quello di raggiungere una condizione di stabilità del plasma e di verificare la fattibilità di alcune delle tecnologie innovative che saranno collaudate nella macchina stessa. Ci vorrà un reattore ancora pù evoluto per tentare di produrre energia elettrica in modo effettivamente utilizzabile (DEMO). Se i piani saranno rispettati, si parla del 2050.

Nel frattempo gli USA hanno quasi raggiunto il break-even seguendo una strada alternativa: il confinamento inerziale mediante laser. Ops.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s